Sunday 17th February 2019,
Portami a teatro

Quella volta che ho cantato a Sanremo

Una mattina di qualche anno fa apro il Corriere della Sera e trovo un articolo che mi riguarda. Porta la firma di Mario Luzzato Fegiz, una leggenda del giornalismo musicale. A sorpresa il mio nome compare in una lista di partecipanti definiti “sfigati” del Festival di Sanremo che una vota saliti sul palco dell’Ariston non ci hanno più messo piede neanche per sbaglio. Quella mattina scopro di aver avuto una vita precedente: sono stata una meteora della musica che nessuno ha votato. Ma io non ho mai cantato neanche sotto la doccia! Figuriamoci al Festival. Scrivo subito una mail al quotidiano per avere una spiegazione. E pure una smentita. Ma i giorni passano e nessuno si fa vivo.  Mi rivolgo a un avvocato. Questa volta è lui a scrivere. Ma il Corriere continua a ignorarci. Andiamo in tribunale. A questo punto da via Solferino si accorgono di noi e il quotidiano Rcs sfodera un Principe del foro che difende la testata così:

“Non c’è niente di male a finire in un articolo in cui si viene indicati come cantanti che hanno preso parte al Festival della Canzone italiana. Negli anni grandi professionisti tra cui avvocati – vedi Paolo Conte – uomini politici – vedi Umberto Bossi – medici – vedi Enzo Jannacci – e infine personalità della chiesa come Fra’ Cionfoli hanno gareggiato per vincere la gara sanremese”.

Naturalmente ho vinto la causa.

Like this Article? Share it!

About The Author