Thursday 25th April 2019,
Portami a teatro

A teatro appassionatamente

Tutto è cominciato, o forse no, con una magia di Raul Cremona. Subito dopo ho conosciuto un vecchio Principe, mi sono trovata not here not now, che significa nè di qua nè di là con Andrea Cosentino, ho fatto la hostess di volo su un Boeing Boeing con a bordo Gianluca Guidi e Gianluca Ramazzotti, sono stata perfino Mite. Sono andata a vivere al Filodrammatici con Mattia e non è stato per niente Brutto. Enrico IV è caduto da cavallo anche quest’anno e Alberto Oliva lo ha rimesso in sella, il Bell’Antonio mi ha portato in un posto carino e io e Julia vi abbiamo forse rivelato Confidenze troppo intime. Ho intervistato Accorsi, Beppe Fiorello, Favino, Gassmann, Orsini e, grazie a Serena Lietti, perfino Dostoevskij. Ma non sono riuscita a parlare con Filippo Nigro al quale ho scritto una lunga lettera per niente carina. Ho incontrato Don Giovanni e sua Altissima Altezza R-III. Mi sono quasi fidanzata on air con Maurizio Lastrico, ho pattinato al Parenti con Gifuni, sono volata a Londra da Jude Law e Corrado Nuzzo e Maria Di Biase mi hanno regalato un favoloso paio di parastinchi. Non mi sono innamorata nè di Eugenia nè di Fulgenzio ma mi sono skiantata con Filippo Timi e se su questo sito è apparso qualcosa di pornografico è stata tutta colpa di Ronconi e di Gombrowicz. Improvvisamente l’estate scorsa ho conosciuto Violet Venable e ho mangiato zucchero candito kandisky con Justine Mattera. Luca Ligato mi ha presentato Dennis Kelly. Sono partita per Itaca con Flavio Albanese e qualcuno ha messo dei coltelli nelle galline (deve essere stato Sixty!). Il commesso viaggiatore è morto come sempre e lo zoo anche per questa stagione era di vetro. A un tratto mi è sembrato di vedere un musical: era Cats. Ho riso con Rezza e con Mastrella. Ho incontrato anche Cassandra, Aldo è morto e la cantatrice era calva. E poi i Lapins di ILOVEYOUSUBITO, lo Schiaccianoci, Il lago dei Cigni, la Squarciapino, Berlioz e Les Troyens, Servo per due, per tre, per quattro, Sette spose per sette fratelli. I Servillo, la Scommegna, la Compagnia Gank, i Danny Rose, Il Grande Inquisitore. I cigni di Bourne. Gli Addams. Quartett e dietro le quintett. Il Fidelio. A un certo punto ci siamo trovati in très, io, Amanda Sandrelli e Sergio Muniz ma si sono aggiunte subito anche Anna Galiena e Marina Massironi. Comunque a tutti davvero thanks for vaselina. Anche se alla fine è stato Lev Dodin a stregarmi con un bacio.
Buon teatro a tutti.

 

Nella foto la compagnia Teatro Presente in scena nel 2014 a Milano con il Vecchio Principe, La Mite, Orfeo e Euridice e In-dolore, con la regia di Cèsar Brie.

 

foto Gianni Congiu

Like this Article? Share it!

About The Author