Thursday 25th April 2019,
Portami a teatro

A la guerre comme à la guerre

E’ scoppiata la guerra. La Prima Guerra. Come cento anni fa. Stavolta si combatte a teatro. Al Manzoni. In trincea c’è Edoardo Sylos Labini. E i ragazzi del 1899. Angelo Crespi è alla drammaturgia. Debora Caprioglio è Adalgisa che si innamora di un soldato. Lo spettacolo è La Grande Guerra di Mario. Una prima nazionale. Esplode giovedì 22 ottobre. Si spara fino all’8 novembre. Cominciate a marciare e a cantare Il testamento del capitano, La Canzone del Piave. In questa guerra c’è anche UnQuartettoParticolare formato da Francesco Bossi, Federico Pinardi Feletti, Giacomo Giannageli e Marco Cusenza. In scena con Edoardo e Debora ecco Marco Prosperini, Francesco Maria Cordella, Gualtiero Scola e Giancarlo Condè.

La Regia è di Sylos Labini. I costumi e le scene di Marta Crisolini. Dico anche chi ha fatto le luci: Pietro Sperduti.

“La grande guerra di Mario, liberamente ispirato alla Grande Guerra di Mario Monicelli, è una storia di armi, di amicizia, di passione, di amore profondo. E’ la storia di un uomo destinato ad essere eroe, suo malgrado” –  ci spiega Sylos Labini. Che  aggiunge: “E’ uno spettacolo molto forte, come tutti i miei spettacoli. Si riderà molto ma ci si commuoverà molto“.

La-Grande-Guerra-di-Mario-1-830x553

 

—————————————————————————————————————————-

DA NON PERDERE

dal 22 ottobre all’8 novembre

LA GRANDE GUERRA DI MARIO

TEATRO MANZONI

liberamente ispirato a La Grande Guerra di Mario Monicelli

drammaturgia di Angelo Crespi

regia di Edoardo Sylos Labini

www.teatromanzoni.it

 

Like this Article? Share it!

About The Author

Leave A Response